Home / Il Comitato
Prof. Romano Danesi

Romano Danesi

Università di Pisa

romano.danesi@unipi.it

Si è laureato nel 1983 in Medicina e Chirurgia, Università di Pisa; nel 1988 ha conseguito il titolo di Perfezionamento/dottorato di ricerca presso la Scuola Superiore S. Anna, Pisa. Nel 1988 si è specializzato in Malattie dell’Apparato Respiratorio e Tisiologia; nel 2001 ha conseguito la specializzazione in Farmacologia e nel 2006 la specializzazione in Oncologia, presso l’Università di Pisa.

Ha ottenuto borse di studio dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (AIRC), dell’European Organization for Research and Treatment of Cancer (EORTC, Brussels, Belgium) - U.S. National Cancer Institute (NCI, Bethesda, USA) Exchange Training Program, del General Fellowship Program, del Visiting Fellowship program, United States Department of Health and Human Services, Public Health Service e della Fondazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (FIRC) ed ha svolto periodi di studio presso la Medicine Branch e la Clinical Pharmacology Branch, National Cancer Institute, NIH, Bethesda, USA.

E’ stato professore a contratto presso la Scuola di Specializzazione in Farmacologia, Università di Pisa, ricercatore universitario di Farmacologia presso la Scuola Superiore S. Anna, Pisa, assistant professor of Hematology/Oncology, Division of Hematology/Oncology, University of Virginia Health Sciences Center, Charlottesville, USA, professore associato di Farmacologia, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università di Pisa e dal 2005 è professore ordinario di Farmacologia, Università di Pisa.

Dal 2002 è revisore dei progetti della Commissione Europea del 6° e 7° Programma quadro e di Horizon 2020, del Medical Research Council (UK) e dell’Accademia delle Scienze della Finlandia. E’ presidente di Comitato etico per la sperimentazione dei farmaci dell’AOU Pisana dal 2004, del Comitato etico Regionale della Toscana per la sperimentazione clinica e membro farmacologo della Commissione terapeutica regionale della Regione Toscana dal 2013.

Prof.ssa Annalisa Capuano

Annalisa Capuano

Seconda Università degli Studi di Napoli

annalisa.capuano@unina2.it

Annalisa Capuano, svolge il suo lavoro scientifico come ricercatore presso il Centro di Farmacovigilanza e Farmacoepidemiologia dalla Regione Campania (Responsabile Prof. Francesco Rossi), che ha sede presso il Dipartimento di Medicina Sperimentale della Seconda Università degli studi di Napoli (SUN). È responsabile, inoltre, delle attività di farmacovigilanza come referente all’interno dell’AOU Policlinico SUN. La sua attività di ricerca è indirizzata al tema della ricerca clinica nel campo del diabete, del cardiovascolare, della farmacovigilanza e della farmacoepidemiologia. Dal 2008 è membro del segretariato di Farmacovigilanza presso l'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA). Dal 2010 è un farmacologo membro del Comitato Etico della AOU SUN e dell’ European Network of Centres for Pharmacoepidemiology and Pharmacovigilance (ENCePP) presso l’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA). Dal 2014, partecipa al modulo EudraVigilance Clinical Trial per la segnalazione elettronica di ICSR a Eudravigilance. Dal 2015, è esperto europeo per la consulenza scientifica all’EMA e membro (farmacologo) della sezione di Farmacologia Clinica della Società Italiana di Farmacologia. Le sue attività di farmacovigilanza mirano principalmente alla valutazione della sicurezza dei farmaci durante la fase di pre e post-marketing della sperimentazione clinica. Ha collaborato per molti anni con l'Istituto Superiore di Sanità (Centro Nazionale di Epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute) ed è membro del Collegio dei docenti dell’Erasmus MC Medical Center (Olanda). Da febbraio 2015, frequenta il Cell Sciences Research Institute e le strutture di ricerca clinica (CRF) presso l’Ospedale Universitario St. George a Londra, dove la propria attività di ricerca è incentrata sulla prevenzione e trattamento delle malattie cardiovascolari e metaboliche, come lo scompenso cardiaco e il diabete. In particolare, dal momento che l'approccio farmacologico dello scompenso cardiaco con ridotta frazione di eiezione (HFrEF) è ben definito, mentre la terapia farmacologica di scompenso cardiaco con frazione d'eiezione preservata (HFpEF) è ancora dibattuto, sta lavorando a nuovi progetti di studio e alle metodologie di trattamento per quest’ultima coorte di pazienti. È coinvolta, inoltre, presso l’Ospedale Universitario St. George in una serie di studi clinici. Ha lavorato in diverse fasi di conduzione della sperimentazione clinica, che comprendono il reclutamento del paziente, la raccolta dei dati e la loro gestione.

Ha ottenuto finanziamenti per la ricerca clinica dall’AIFA nel contesto di uno studio caso-controllo non-profit sul grave danno epatico da farmaci. Ha ottenuto anche finanziamenti per progetti di ricerca scientifica nell'ambito della LR N.5 del 2002/03/28 della Regione Campania (Progetto di Farmacovigilanza: Attività sull'uso dei Farmaci Ritalin (metilfenidato) e Strattera (atomoxetina) nel Trattamento dei Pazienti affetti da ADHD). Fa parte della Unità di Ricerca per i progetti finanziati dal MIUR, PON 01_01227 SIRT-IN (PRIN, Anno 2009 - - prot 20094CBRCL_004, PRIN, Anno 2007 prot 20079BSSZ7_002..): "Sviluppo di Modulatori delle Sirtuine come nuovo Approccio terapeutico Nelle Patologie neurodegenerative, oncologiche e cardiovascolari", PON:"Biotecnologie integrate per terapie innovative e personalizzate di Malattie oncologiche e cardiovascolari - Ockey (Obiettivi principali Oncologia e Cardiologia), PON a3_00060_7 del Distretto Campania Bioscience: "Sviluppo preclinico di nuove terapie e di strategie innovative per la produzione di molecole ad azione farmacologica". PON01_01226 "Dal nutraceutico al Farmaco per integrare strategie NUTRAFAST".

E’ autore di 100 pubblicazioni su riviste internazionali e di diversi capitoli di libri; è, inoltre, reviewer di diversi riviste scientifiche.

Bergamini Loredana

Loredana Bergamini

Janssen-Cilag SpA

lbergami@its.jnj.com

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 1984 presso l’Università degli Studi di Milano con pieni voti e lode.
Ha conseguito la specializzazione in Dermatologia e Venereologia.
Ha lavorato per alcuni anni come medico di base associato, in guardia medica e in ambito specialistico.
Dal 1989 opera nelle direzioni mediche di industrie farmaceutiche dove ha rivestito ruoli di crescente responsabilità sia in ambito locale che internazionale, maturando una vasta esperienza nel settore Ricerca e Sviluppo di nuovi farmaci dalla fase I alla IV.
Attualmente è alla guida della Direzione Medica di Janssen-Cilag dove è entrata nel 2012, assumendo la responsabilità del Medical Affairs, dell’unita di Farmacovigilanza e delle attività di Ricerca Clinica sia Corporate che Locali.
In precedenza ha lavorato nella divisione locale e poi in quella internazionale di Farmitalia, occupandosi in particolare di terapia antitubercolare e di inibitori della ciclossigenasi.
Nel 1991 è passata in Bayer, nel cui ambito ha seguito diverse aree terapeutiche: l’infettivologia; l’area metabolica e in particolare le dislipidemie; l’area sistema nervoso centrale con focalizzazione sulle demenze e il trauma cranico, diventando anche Project Leader europeo nello sviluppo di un neuroprotettore; l’area diabetologica e, infine, quella oncologica di cui ha seguito l’attivazione assumendo inoltre responsabilità internazionali per un programma di sviluppo nel melanoma.
E’ in Bayer che inizia a sviluppare competenze gestionali ed organizzative più ampie arrivando a dirigere l’Unita di Ricerca Clinica focalizzata sullo sviluppo preregistrativo di nuovi farmaci.
Nel 2008 entra in Sanofi dove ha gestito l’Unità di Ricerca Clinica della filiale italiana e, successivamente, quella dei Paesi inseriti nel Cluster Adriatico di cui ha personalmente curato la realizzazione.
E’ stata professore a contratto nel Master in Farmacia e Farmacologia Oncologica presso l’Università degli Studi di Milano e collabora come docente a diversi Master.

Clementi Emilio

Emilio Clementi

Università degli Studi di Milano

emilio.clementi@unimi.it

Professore ordinario in farmacologia all’Università di Milano, responsabile dell’Unità Operativa di Farmacologia Clinica dell’Azienda Ospedaliera L. Sacco, Milano ed Editor in Chief di Pharmacological Research, si è laureato nel 1988 cum laude in Medicina e Chirurgia, dottorandosi nel 1994 in farmacoterapia sperimentale. E’ stato ricercatore all’Università di Catanzaro dal 1992 al 1997, fellow di ricerca alla University College London nel biennio 1997-1999 e professore associato in farmacologia all’Università della Calabria nel periodo 1998-2005. Ha sviluppato strategie di monitoraggio terapeutico attraverso analisi combinata di parametri farmacocinetici e farmacogenetici per farmaci antiepilettici, antipsicotici, antidepressivi ed antiretrovirali.

Ha pubblicato più di 200 articoli su riviste recensite con un h index di 43.

Prof. Roberto Leone

Roberto Leone

Università degli Studi di Verona

roberto.leone@univr.it

Si è laureato nel 1974 in Scienze Biologiche, presso l'Università degli Studi di Padova. Titolare, dal 1974 al 1977, di una borsa di studio e dal 1977 al 1981 assistente incaricato supplente presso l'Istituto di Farmacologia, Facoltà di Medicina e Chirurgia, dell'Università di Padova, sede staccata di Verona. Ricercatore confermato presso l'Istituto di Farmacologia, Facoltà di Medicina e Chirurgia, dell'Università di Verona dal 1981 al 2004; dal 2005 Professore Associato presso la Facoltà di Scienze Motorie e dal 2009 presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Verona. Dirigente Biologo, dal 1994, presso l’USD “Servizio di Farmacologia” dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata (AOUI) di Verona, di cui è responsabile dal 2013.

Componente del WHO Reference Centre for Education and Communication in International Drug Monitoring. Dal 2001 al 2015 componente prima della Sottocommissione di Farmacovigilanza e dopo del Segretariato di Supporto alla Farmacovigilanza dell’AIFA. Responsabile di Farmacovigilanza dell’AOUI di Verona. Responsabile del Centro Regionale di Farmacovigilanza della Regione Veneto.

Dal 2003 al 2009 componente e dal 2010 al 2013 Presidente del Comitato Etico dell’AOUI di Verona; dal 2014 Presidente del Comitato Etico per la Sperimentazione Clinica delle provincie di Verona e Rovigo. Dal 2013 componente della Commissione Regionale Tecnica Farmaci della regione Veneto; dal 2013 componente della Commissione Terapeutica Sovraziendale della provincia di Verona e del Coordinamento Regionale delle Commissioni Terapeutiche Aziendali del Veneto; dal 2014 componente del “Gruppo di Lavoro sui Farmaci Innovativi” della Regione Veneto di supporto alla Rete Oncologica Veneta.

Dal 2010 componente del Consiglio della Scuola di Medicina e Chirurgia e Presidente Vicario del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia dell’Università di Verona.

Minotti Giorgio

Giorgio Minotti

Università Campus Bio-Medico di Roma

G.Minotti@unicampus.it

Giorgio Minotti è Medico Chirurgo, specialista in Oncologia. E’ stato Fulbright Visiting presso la Michigan State University (East Lansing, MI) e la Case Western Reserve University (Cleveland, OH). E’ Ordinario di Farmacologia presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma, dove dirige l’Unità di Farmacologia Clinica e la Clinical Trial Unit per studi di Fase I. Si occupa di therapeutic drug monitoring, farmacocinetica-farmacodinamica e tossicità cardiovascolare di farmaci antitumorali. E’ Deputy Editor di Cardio-Oncology, Editor in Chief di Chemotherapy (dal 15 ottobre 2015), Associate Editor di Cardiovascular Toxicology, Editorial Board Member di Journal of Pharmacology and Experimental Therapeutics, Chemical Research in Toxicology, ed altre riviste.

Scarpignato Carmelo

Carmelo Scarpignato

Università degli Studi di Parma

scarpi@tin.it

Laureato col massimo dei voti e la lode accademica in Chimica (ad indirizzo Biologico) e Medicina & Chirurgia, si è successivamente specializzato in Chimica Applicata all’Igiene, in Chimica Nucleare ed in Epatologia e Malattie del Ricambio. Dopo alcuni anni, trascorsi come assistente in Biochimica e Fisiologia Umana all’Università di Messina, ha iniziato la Sua carriera di Farmacologo (come assistente prima, aiuto poi e, successivamente, Professore di ruolo) nella Facoltà di Medicina & Chirurgia dell’Università di Parma, dove insegna tuttora Farmacologia Clinica e dove è Coordinatore dell’Unità di Farmacologia Clinica & Fisiopatologia Digestiva del Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica.
La Sua attività di ricerca è focalizzata principalmente (ma non esclusivamente) sulla farmacologia sperimentale e clinica dell’apparato digerente e sulla fisiopatologia esofago-gastrica. Nel 1985 è stato Visiting Scientist presso il Dipartimento di Medicina della Brown University (Providence, RI, USA) e, nel 1986, Visiting Professor al Royal Infirmary dell’Università di Edimburgo. Dal 1994 è stato nominato Professeur Associé d’Hepato-Gastro-Entérologie alla Facoltà di Medicina dell’Università di Nantes e Consultant Pharmacologue Clinique al Centro di Ricerca sui Volontari Sani dell’Ospedale Universitario (CHU) di Nantes.
E’ stato Contributing Editor of Drug of the Future and Drug of Today, Associate Editor of Digestive Diseases e Section Editor di Fundamental and Clinical Pharmacology e Gastroenterology International. Ha diretto per oltre 10 anni due prestigiose collane di volumi, Progress in Basic and Clinical Pharmacology e Frontiers of Gastrointestinal Research. Attualmente fa parte dell’Editorial Board di Pharmacology, Current Gastroenterology Reports, Digestive & Liver Disease, World Journal of Gastroenterology, BMC Gastroenterology, Alimentary Pharmacology & Therapeutics, World Journal of Gastroenterology, Journal of Clinical Gastroenterology, World Journal of GI Pharmacology & Therapeutics, Frontiers in Neuropharmacology, Therapeutic Advances in Drug Safety, American Journal of Pharmacology & Toxicology, BMC Medicine e Current Clinical Pharmacology.
Ha pubblicato 330 lavori in extenso e capitoli di volumi a diffusione internazionale, nonché 28 libri (come Editor) sulla fsiolopatologia e terapia delle malattie digestive. Alcuni di questi volumi sono stati tradotti in più lingue. Google Scholar riporta (14 Settembre 2015) 5454 citazioni ed un H-index di 36, mentre Research Gate indica 7.894 downloads e un RG Score di 44.90.
Per la Sua attività scientifica e didattica, il Prof. Scarpignato ha ricevuto diversi riconoscimenti. E’ stato insignito della Laurea in Farmacia (honoris causa) dalla Constantinian University (Providence, RI, USA) e nominato Fellow del Royal College of Physicians (London), Fellow dell’American College of Physicians, Fellow dell’American College of Clinical Pharmacology, Fellow dell’American College of Gastroenterology e Fellow dell’American Gastroenterological Association. E’ attualmente Cordinatore (insieme al Prof. Corrado Blandizzi) del Comitato di Studio di Farmacologia Digestiva della Società Italiana di Farmacologia (SIF), Secretary General della World Organization for Esophageal Diseases (OESO) e Governor for Italy dell’American College of Gastroenterology (ACG).